Home > Radici Future Magazine > Taranto: una donazione che guarda all’ambiente e al sociale


Taranto: una donazione che guarda all’ambiente e al sociale

21 Mar 2022 - 2022, News

Taranto: una donazione che guarda all’ambiente e al sociale

DI Ilenia di Summa

L’attore e regista Alessandro Gassman sarà a Taranto il prossimo 25 marzo 2022 per donare 200 alberi alla città. L’iniziativa si pone il duplice obiettivo di contribuire in modo fattivo alla tutela dell’ambiente e di offrire nuove opportunità ai detenuti della casa circondariale “Carmelo Magli”, i quali si prenderanno cura, nello specifico, dei 110 ulivi di tipo leccino, dei 50 mandorli, dei 30 limoni e, per finire, dei 10 cotogni.

Gassman ha scelto 100 città a cui devolvere alberi da frutta con la vendita del suo libro “Io e i green eroes” e dopo Roma, sua città natale, ha individuato Taranto. Tutti i proventi, infatti, sono utilizzati per l’acquisto di alberi solidali e, relativamente a Taranto, destinataria è l’associazione di volontariato “Noi & Voi Onlus”, che ha scelto di effettuare la piantumazione negli spazi all’aperto di pertinenza della casa circondariale “Carmelo Magli”.

Il libro, scritto da Gassman in collaborazione con Roberto Bragalone, e curato dallo scrittore tarantino Lorenzo Laporta, parla di ecologia e cerca di sensibilizzare il lettore sul tema della crisi climatica, attraverso il racconto dei Green Heroes.
“Questa è una città che vive il dramma dell’inquinamento da tanto tempo, quindi simbolicamente è la città più meritoria in questo senso e che necessita di più aiuto. La nostra iniziativa è veramente una goccia in un mare. Però mi fa piacere sapere che piantare questi alberi darà anche una possibilità successiva al carcere e ai detenuti di trovare una professione o comunque apprendere lavori che potranno essere utili per la loro vita dopo la detenzione”, ha detto Gassman, aggiungendo “Con questo libro volevamo non soltanto parlare di cambiamenti climatici e di possibilità di soluzioni a questo grave problema legato all’attività umana, ma fare anche qualcosa di concreto, fattivo. Quindi è nata questa idea di utilizzare i diritti d’autore del libro per piantare alberi in terreni gestiti da associazioni che aiutano persone in difficoltà, in questo caso stiamo parlando di vita carceraria”.

Il governatore pugliese, Michele Emiliano con una nota, ha ringraziato Gassman per questo gesto: «Grazie: è ciò che sento di dire a un grande attore come Alessandro Gassman. Un artista legato alla nostra terra, che ha deciso di investire parte del ricavato del suo progetto editoriale nel nostro sogno comune di rilanciare e riqualificare una città straordinaria come Taranto. Non è solo un atto di estrema generosità, ma un gesto simbolico che significa prendersi cura di un luogo, di una comunità, delle persone, del paesaggio e dell’ambiente circostante”.

Breve, ma incisivo il commento dell’ex sindaco di Taranto Rinaldo Melucci «I 200 alberi che Alessandro Gassman donerà a Taranto sono 200 carezze per una città che ha bisogno di gesti concreti».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *