Carlo Zini e Fabrizio Bolzoni alla guida di Legacoop

Carlo Zini e Fabrizio Bolzoni alla guida di Legacoop Produzione e Servizi, costituita la nuova Area Lavoro.

Carlo Zini, già Presidente di ANCPL, e Fabrizio Bolzoni, già Presidente di Legacoop Servizi, nominati al vertice della neo costituita Legacoop Produzione e Servizi, l’associazione che riunisce Legacoop Servizi e ANCPL (Associazione nazionale delle cooperative di produzione e lavoro). “Alle Istituzioni abbiamo presentato un sistema integrato di imprese cooperative in grado di dare risposte adeguate al futuro delle città e dei territori. Abbiamo avanzato alcune proposte, chiedendo ad esempio una politica più convinta di investimenti per sostenere il lavoro dei giovani e nel Mezzogiorno. E, soprattutto, abbiamo apprezzato gli sforzi che si stanno facendo per riformare l’assetto istituzionale e rendere più efficiente il Sistema-Paese”. E’ quanto dichiarato dal Presidente Carlo Zini e dal Vice Presidente e Coordinatore Fabrizio Bolzoni. “Le cooperative di Produzione & Servizi – ha sottolineato Zini – si candidano a offrire soluzioni integrate per favorire lo sviluppo “dell’ambiente costruito” e con esso rinsaldare la coesione sociale. In grado di offrire risposte, anche nelle fasi di emergenza più acuta, come quelle seguite ai recenti eventi sismici. Vogliamo dare il nostro contributo a progetti di sviluppo che, ridando slancio alla domanda di consumi e di investimenti (Casa Italia), significhino una svolta decisiva per la messa in sicurezza del nostro patrimonio abitativo, delle scuole, degli edifichi pubblici e dei beni architettonici, per un uso del territorio che ne salvaguardi l’integrità”. In merito al nuovo Codice degli appalti, Zini dichiara: “rappresenta una forte innovazione, così come l’ANAC in materia di contrasto ai fenomeni di corruzione. Condivisibile nei principi, da migliorare su alcuni aspetti ideologici: subappalti, approcci al project financing e ai costi della legalità”. “Da tempo chiediamo alle Istituzioni e ai Governi – ha sottolineato Bolzoni – l’individuazione di una sede istituzionale deputata a diventare riferimento per le d4s_0594attività dei servizi ad alta intensità di manodopera; una sede nella quale si affrontino in modo organico, così come avviene per tanti altri settori, le relative problematiche. Sul piano della Legge di Bilancio 2017 – ha concluso Bolzoni – plaudiamo al superamento della cosiddetta tassa sul licenziamento in maniera strutturale nei cambi di appalto e in caso di fine cantiere, e contiamo che arrivi al traguardo”. “Oggi quindi – conclude Zini – al Governo e al Paese dobbiamo dire in modo chiaro che gli imprenditori cooperativi sono critici su tante cose perché pretendono di più (investimenti, rivisitazione del Codice), ma sono convintamente a favore della stabilità politica e apprezzano gli sforzi per riformare l’assetto istituzionale e rendere più efficiente il sistema-Paese”. CARLO ZINI Modenese e ingegnere civile specializzato nel ramo trasporti, Carlo Zini da oltre vent’anni è presidente di C.M.B. società cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi, fra le prime dieci imprese di costruzioni generali in Italia. Forte della sua solida esperienza nel mondo cooperativo, dal novembre 2008, ha ricoperto l’incarico di presidente dell’Associazione Nazionale Cooperative di Produzione e Lavoro (ANCPL) trovandosi a fronteggiare alcuni degli anni più caldi della crisi economica. Il 23 novembre 2016 viene eletto a presidente della nuova associazione Legacoop Produzione e Servizi, che riunisce Legacoop Servizi e ANCPL in un’unica realtà, adatta a rispondere alle sfide poste dalla modernizzazione dei mercati nazionali ed internazionali e dall’innovazione tecnologica. FABRIZIO BOLZONI Nato a Traversetolo – in Provincia di Parma – nel 1959, Bolzoni ha lavorato per sei anni come tecnico nel settore dell’edilizia industrializzata. Nel 1987 entra nel mondo cooperativo come tecnico commerciale di “Pulix coop”, una delle principali cooperative di Legacoop del settore servizi a Parma. Nel 1990 diviene responsabile commerciale della cooperativa e dal 1993 al 2000 ne viene eletto Presidente. Dal 1996 al 2002 è Vice Presidente del CNS, Consorzio Nazionale Servizi in Bologna. Dal 2002 al 2009 si dedica al mandato di Sindaco del proprio Comune, Montechiarugolo, in provincia di Parma, nel quale era stato eletto nel 1999. Nel 2009 riprende l’attività cooperativa entrando a far parte di Legacoop Servizi, l’Associazione nazionale delle cooperative di servizi di Legacoop, prima come responsabile del comparto Pulizie e Servizi integrati e del comparto Ecologia, e ricoprendo poi la carica di Presidente da marzo 2013. I numeri di Legacoop Produzione e Servizi: con un volume d’affari di 17,96 miliardi di euro, i 2.842 associati tra imprese cooperative e consorzi aderenti occupano circa 203.000 addetti, di cui il 70% soci, nei settori delle costruzioni, della logistica e trasporti, dell’industria, delle pulizie e dei servizi integrati, del facility management e dell’ecologia, della vigilanza, dei Beni culturali, della ristorazione, dell’ingegneria e progettazione, del consulting e delle ICT.

d4s_0472